Contenuto principale

Messaggio di avviso

La chiesa sotto la neveOsservando attentamente l'interno della chiesa, ci si accorge che l'abside è spostata a destra rispetto l'asse della navata. Questa particolarità sembrerebbe dovuta alla posizione delle monofore.

Queste sono di grandezze diverse, sono posizionate su livelli differenti e hanno differenti strombature. La loro collocazione e la loro singolare forma permette di seguire il profilo delle montagne vicine e sembra abbia lo scopo di renderle adatte ad essere una sorta di orologio solare. Anche se un'indagine su questo aspetto non è ancora statasvolta, sembrerebbe che in alcuni giorni dell'anno, la luce che attraversa le aperture andrebbe a cadere al centro dell'abside.

Questo fenomeno potrebbe avere un legame con i santi rappresentati nell'emiciclo. La posizione delle monofore ha inoltre determinato che la figura della Madonna col Bambino non sia perfettamente al centro del ciclo dell'affresco, come ci si aspetterebbe. Un'altra particolarità di questa chiesa è che, negli affreschi di questa epoca, la Madonna è generalmente rappresentata insieme agli apostoli mentre in Santa Margherita la troviamo insieme a dei santi.

Un'altra curiosità riguarda la rappresentazione del Cristo che è effigiato nello stesso ciclo due volte: una, nel catino absidale, come Cristo Pantocratore e l'altra, nella fascia sottostante, come Bambino ancora ignaro del destino che lo attende.