Contenuto principale

Messaggio di avviso

 

 

A seguito del D.L. 6 dicembre 2011 n. 201, convertito con modificazioni dalla L. 22 dicembre 2011 n. 214, è stata istituita a decorrere dall'anno 2012 l'imposta Municipale Propria (IMU). Conseguentemente è stata abolita l'ICI (Imposta Comunale sugli Immobili) e ha reintrodotto la tassazione sugli immobili destinati ad abitazione principale. Di seguito vengono fornite le informazioni principali riguardanti il nuovo tributo, rinviando per gli approfondimenti alla documentazione che verrà pubblicata su questo sito. L'imposta grava sui fabbricati e le aree fabbricabili, ed è dovuta dal proprietario o titolare del diritto di usufrutto, uso o abitazione, dal superficiario, dall'enfiteuta, dal locatario finanziario. E' dovuta per l'anno solare proporzionalmente alla quota di possesso o di diritto.

ATTENZIONE: per abitazione principale si intende l'unica unità immobiliare nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente.

L'imposta è calcolata applicando al valore degli immobili le aliquote previste.
Per i FABBRICATI il valore è determinato dalla rendita catastale, aumentata del 5%, moltiplicata per i seguenti coefficienti:
· 160 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale A (escluso cat. A/10) - C2 - C6 - C7
· 140 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale B e categorie C/3 - C/4 - C/5
· 80 per le categorie D/5 - A/10
· 65 per la categoria D (esclusi i fabbricati D/5)
· 55 per i fabbricati di categoria C/1

Per le AREE FABBRICABILI è il valore venale in comune commercio al 1° gennaio dell'anno di imposizione. Con deliberazione della Giunta Comunale n.67 del 24 novembre 2012, il Comune di Casargo ha deliberato i seguenti valori di riferimento per le aree fabbricabili:

ZONE RESIDENZIALI
· Art. 24 N.T.A. – UR Ambiti prevalentemente residenziali (1 mc/mq) € 60,00 al mq.
ZONE COMMERCIALI
· Art. 25 N.T.A. – UC Ambiti a prevalente specializzazione commerciale in media struttura di vendita (1 mc/mq) € 80,00 al mq.
ZONE PRODUTTIVE
· Art. 26 N.T.A. – UA Ambiti a prevalente specializzazione artigianale (0,65 mc/mq) € 80,00 al mq.
ZON TURISTICHE
· Art. 27 N.T.A. – UT Ambiti a prevalente specializzazione turistica (1 mc/mq) € 60,00 al mq.

AMBITI DI TRASFORMAZIONE
Ambito di trasformazione AT1 fraz. Narro via Monte Muggio (0,60 mc/mq)
Ambito di trasformazione AT2 fraz. Narro via della Deputazione (0,60 mc/mq)
Ambito di trasformazione AT3 fraz. Codesino tra le vie Alta, per Narro e Indovero (0,60 mc/mq)
Ambito di trasformazione AT4 fraz. Codesino tra le vie Alta e via Pensotti (0,60 mc/mq)
Ambito di trasformazione AT5 Casargo via Alta (0,60 mc/mq)

PER TUTTE LE ZONE
Riduzione dei valori indicati del 50% nel caso di aree fabbricabili con estensione inferiore a 200 metri quadrati autonome.

DETRAZIONE ABITAZIONE PRINCIPALE
Dall'imposta dovuta per l'abitazione principale si detraggono € 200 (duecento) rapportati ai mesi di possesso. Per gli anni 2012 e 2013 la detrazione è maggiorata di ulteriori € 50 per ciascun figlio di età non superiore ai 26 anni purchè dimorante e residente anagraficamente nell'unità adibita ad abitazione principale. L'importo massimo complessivo della maggiorazione per i figli non può superare € 400.

Sospensione del pagamento per l'abitazione principale non di lusso

Con decreto legge del 17/05/2013 il Consiglio dei Ministri ha sospeso la prima rata dell' IMU per:
- le abitazioni principali e relative pertinenze ad eccezione delle abitazioni principali di categoria catastale A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze;
- gli immobili assimilati all'abitazione principale quali le abitazioni e le relative pertinenze degli anziani o disabili che abbiano trasferito la residenza in istituti di ricovero e le abitazioni e le relative pertinenze dei cittadini italiani residenti all'estero purchè non locate;
- le unità immobiliari delle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari nonché gli alloggi regolarmente assegnati dagli I.A.C.P. o dagli enti di edilizia residenziale pubblica aventi le stesse finalità degli I.A.C.P. (A.T.E.R.);
- i fabbricati rurali. Si precisa che, ai fini del riconoscimento della ruralità per gli immobili strumentali, non rileva la categoria catastale dell'immobile ma la sua destinazione allo svolgimento delle attività agricole di cui all'art. 2135 Codice Civile. Il requisito di ruralità deve essere riconosciuto negli atti catastali mediante una specifica annotazione.

Il Comune di Casargo non ha ancora deliberato l'aliquota IMU per l'anno 2013, pertanto si effettua il versamento della prima rata pari al 50 per cento dell'imposta dovuta calcolata sulla base dell'aliquota e della detrazione dei dodici mesi dell'anno precedente, nel caso del comune di Casargo 0,76%. Il Versamento della seconda rata è eseguito a saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata sulla base dell'aliquota deliberata dal Comune.

L'IMU 2013 va versta tutta a favore del Comune utilizzando il codice tributo 3918.
Dal giorno 29/05/2013 è utilizzabile l'applicazione per il calcolo IMU per l'anno 2013 al seguente link https://sol.lc-card.it/urbi/progs/urp/ur1TR019.sto?DB_NAME=n200809

Modalità di pagamento
L'IMU può essere pagata attraverso il Modello F24 presso qualsiasi sportello postale, bancario oppure presso gli sportelli degli agenti della riscossione oppure con bollettino di conto corrente postale intestato a: pagamento IMU c/c n. 1008857615. I modelli sono a disposizione presso tutti gli Uffici Postali e gli sportelli bancari.

I codici per pagare l'IMU sono:
· 3912 abitazione principale e relative pertinenze ed assimilazioni alla stessa;
· 3913 fabbricati rurali ad uso strumentale esclusi i fabbricati di categoria D;
· 3914 terreni;
· 3916 aree fabbricabili;
· 3918 altri fabbricati;
· 3925 fabbricati ad uso produttivo di categoria catastale "D" compresi i fabbricati rurali ad uso strumentale di categoria "D".

Il codice catastale del Comune di Casargo è B937

Scadenze per il Pagamento
- 17 giugno 2013 prima rata di acconto;
- 16 dicembre 2013 seconda rata a saldo per l'IMU dovuta per l'anno 2013

ESENZIONI
Fabbricati rurali ad uso strumentale dell'attività agricola (di cui all'art.9, c.3-bis, del D.L. 557/1993, ossia esclusivamente quelli necessari allo svolgimento dell'attività agricola degli imprenditori agricoli a titolo principale o coltivatori diretti)
Terreni agricoli (ai sensi della circolare 9 del 14 giugno 1993 concernente l'esenzione Ici dei terreni agricoli ricadenti in aree montane)

AGEVOLAZIONI
E' ridotta al 50% la base imponibile dei fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, limitatamente al periodo dell'anno durante il quale sussistono dette condizioni. L'inagibilità o l'inabitabilità è accertata dall'ufficio tecnico comunale con perizia a carico del proprietario, che allega idonea documentazione alla dichiarazione. In alternativa, il contribuente ha facoltà di presentare una dichiarazione sostitutiva ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000 n.445.
E' ridotta al 50% la base imponibile dei fabbricati ci cui all'art. 6 comma 6 del Regolamento per la disciplina dell'Imposta Municipale Propria "Sperimentale"
I.M.U.

IMU 2013 - DATI CATASTALI
L'agenzia delle Entrate è impegnata, in sinergia con l'Agenzia del Territorio, a fornire al cittadino dati e informazioni in modo completo ed efficiente: in particolare, con il servizio "Ricerca dei dati catastali per codice fiscale" è ora possibile ottenere direttamente on line i dati catastali degli immobili.
Indicando il codice fiscale di un soggetto intestatario catastale, la provincia e il comune catastale dove si vuole eseguire la ricerca, si ottengono informazioni relative ai beni immobili situati sul territorio nazionale (escluse le province autonome di Trento e Bolzano).
La ricerca, che al momento è limitata alle sole persone fisiche, fornisce:
· i dati anagrafici del soggetto intestatario dell'immobile
· gli identificativi catastali degli immobili intestati al soggetto
· i dati relativi alla titolarità ed alla relativa quota di diritto
· la rendita catastale e l'ubicazione per gli immobili censiti nel catasto dei fabbricati
· i redditi dominicale e agrario per gli immobili censiti al catasto terreni
La ricerca può essere effettuata solo sugli atti catastali ad oggi informatizzati e i beni immobili per i quali il codice fiscale utilizzato per la ricerca corrisponda a quello dell'intestatario registrato negli archivi catastali.

 

pdf Deliberazione Consiglio Comunale n. 25 del 18/10/2013. Approvazione aliquote Imposta Municipale Propria (I.M.U.) anno 2013 (43 KB)

 

Cliccando sul link sottostante è possibile accedere al programma di calcolo dell'I.M.U.

Calcolo Imu on-line