Contenuto principale

Messaggio di avviso

Servizio di autolinea comunale - Orari estivi

Si riportano di seguito i prospetti degli orari del servizio di autolinea comunale per il periodo estivo. Per scaricare  il documento è necessario cliccare sui link sottostanti.

 

ORARIO ESTIVO IN VIGORE DAL 1° LUGLIO 2020 LINEA CASARGO – NARRO

pdf Linea Casargo Narro (855 KB)

 

ORARIO ESTIVO DELLE CORSE DI COLLEGAMENTO CON GLI ALPEGGI IN VIGORE DAL 14 LUGLIO 2020 AL 29 AGOSTO 2020

pdf Corse collegamento alpeggi (858 KB)

 

SERVIZIO NAVETTA GRATUITO PER IL MERCATO SETTIMANALE DI CASARGO E MARGNO IN VIGORE DAL 1 LUGLIO 2020 AL 31 AGOSTO 2020

pdf Servizio navetta mercato settimanale (1.02 MB)

 

 

pdf Prospetto riassuntivo orari estivi 2020 (982 KB)

 

 

In caso di situazioni non prevedibili il servizio verrà sospeso senza obbligo di preavviso.

Vai all'articolo

Avviso di chiusura alla circolazione veicolare del tratto della strada agro-silvo-pastorale Alpe Paglio, Pian delle Betulle, Ortighera, Dolcigo, Ombrega


Informiamo che da lunedì 29 giugno a venerdì 3 luglio sarà interdetto alla circolazione veicolare e pedonale il primo tratto della strada agro-silvo-pastorale Alpe Paglio, Pian delle Betulle, Ortighera, Dolcigo, Ombrega; la chiusura, che è stata condivisa anche con i comuni di Crandola e Margno, riguarda solo il primo tratto sul territorio comunale di Casargo e si rende necessaria per la realizzazione di urgenti opere di ingegneria ambientale finalizzate al consolidamento della sede stradale.
Ci scusiamo per il disagio, siamo consapevoli che l’inizio dell’estate coincide con una maggiore frequentazione dei luoghi, purtroppo l’emergenza covid-19 ha stravolto completamente la nostra tabella di marcia imponendoci lo slittamento di un intervento fondamentale cui desideriamo dare corso nel più breve tempo possibile stante la sua non rinviabilità.
Il parcheggio di Paglio resterà comunque a disposizione, pertanto chi desidera raggiungere le Betulle per un’escursione potrà continuare a farlo passando per il primo tratto nel prato e successivamente nel bosco.
Si ringrazia per la collaborazione.

Vai all'articolo

Nuova I.M.U. 2020

INFORMATIVA IMU 2020

Ufficio di riferimento: Tributi

 

A partire dall’anno 2020, tra le novità introdotte con la Legge di Bilancio 2020, vi è l’abolizione della IUC (ad eccezione della TARI) sostituita da una nuova IMU che ha previsto l’unificazione della vecchia IMU con la TASI.

L’art. 762 della Legge n. 160 del 27.12.2019, stabilisce che: “In sede di prima applicazione dell’imposta, la prima rata da corrispondere è pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU e TASI per l’anno 2019”.

Ricordiamo che l’acconto IMU va versato entro il 16 giugno 2020.

Il saldo 2020, da versarsi entro il 16 dicembre 2020, dovrà essere calcolato sulla base delle nuove aliquote, che verranno deliberate dell’Ente per l’anno corrente entro il 31/07/2020.

Il versamento della rata a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno dovrà essere corrisposto a conguaglio sulla base delle nuove aliquote deliberate dal Comune.

Per eventuali richieste di informazione e/o di assistenza, ci si potrà rivolgere allo sportello IMU chiamando telefonicamente il numero 0341/840123, oppure inviando una mail all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Si precisa che l’accesso all’Ufficio Tributi sarà possibile unicamente concordando un appuntamento con lo stesso.

 

CALCOLO IMU 2020

Sulla base delle indicazioni sopra riportate, si indicano di seguito le aliquote IMU 2019 da applicare in sede di acconto IMU 2020, per il 2019 l’aliquota TASI deliberata era pari a zero:

Fattispecie  Aliquota 
Abitazione principale categoria A/1 – A/8- A/9 e loro pertinenze (C2, C6 e C7 nella misura massima di 1 un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali sopra indicate) 0,40 per cento
Aliquota base 1,00 per cento
Altri fabbricati 1,00 per cento
Fabbricati cat. D 1,00 per cento (aliquota Legge statale 0,76 per cento RISERVATA ALLO STATO + 0,24 per cento QUOTA DI COMPETENZA COMUNALE
Aree edificabili 1,00 per cento
Terreni agricoli Esenti

I contribuenti devono versare l’IMU per l’anno 2020 secondo le seguenti scadenze:
• 16/06/2020 acconto;
• 16/12/2020 saldo.

Non si deve eseguire il pagamento se l’importo annuo da versare è inferiore a € 12,00.

Il versamento del tributo deve eseguirsi mezzo modello F24, utilizzando i codici tributo sottoindicati:

Codice del Comune di Casargo:B937

Tipologia immobili  Codice tributo IMU
Abitazione principale 3912
Fabbricati rurali strumentali 3913 
Altri fabbricati 3918
Fabbricati categoria D - quota Stato 3925
Fabbricati categoria D - quota Comune 3930
Aree edificabili 3916

 PROROGA ACCONTO IMU 2020. In merito alla proroga acconti Imu 2020, il Comune di Casargo ha deliberato:

1) Di non differire la scadenza dell’acconto IMU 2020, da effettuarsi entro il 16 giugno 2020;

2) Di disporre la non applicazione di sanzioni ed interessi nel caso di versamento dell’acconto IMU 2020 entro il 30 settembre 2020, limitatamente ai contribuenti che hanno registrato difficoltà economiche, a pena di decadenza dal beneficio, su modello predisposto dal Comune;

3) Di dare atto che la presente deliberazione ha effetto, ai sensi dell'art. 53, comma 16, legge n. 388 del 2000, il 1° gennaio 2020;

 

Per quanto riguarda i terreni edificabili è stata prevista nel bilancio appena approvato una riduzione - pari all'8,6 per mille - che verrà deliberata entro il 31 luglio. Per i fabbricati, invece, l'Amministrazione sta valutando un'ipotesi di riduzione per alcune categorie con possibile applicazione entro il 31 luglio 2020.

Per maggiori approfondimenti è possibile scaricare il file seguente:

pdf Imposta municipale propria (IMU) - Chiarimenti (890 KB)

 

Vai all'articolo

Avviso raccolta carichi di ingombranti per conferimento in discarica

Per venire incontro alle esigenze sia dei cittadini che dei turisti, al fine di al fine di favorire una migliore tutela dell'ambiente, incentivando un maggior sfalcio delle aree verdi e per evitare che il materiale venga conferito in aree non idonee, si comunica che l’amministrazione comunale di Casargo nelle giornate di:

 

sabato 06/06/2020

dalle ore 7:30 alle 9:30 presso la frazione di Narro

e

dalle ore 9:30 alle ore 11:00 a Casargo presso il piazzale comunale

E

sabato 20/06/2020

dalle ore 7:30 alle 9:30 presso la frazione di Indovero

e

dalle ore 9:30 alle ore 11:00 a Casargo presso il piazzale comunale

 

mette a disposizione dei cittadini il proprio automezzo per il trasporto esclusivamente di materiale verde (erba, sfalci, rami, ramaglie ecc...)

Chiunque avesse la necessità di conferire carichi di materiale verde alla discarica, potrà pertanto usufruire di tale servizio, depositando i rifiuti nei luoghi e negli orari sopra indicati. Una volta raccolti, il Comune provvederà a portarli in discarica tramite il proprio mezzo.

Vai all'articolo

Servizio di autolinea comunale - Orario in vigore dal 21 maggio 2020

Orari in vigore dal 21 maggio 2020

Andata  Fer 6  Fer 6  Fer 6 
Somadino fermata s.a.l.
Casargo piazza comunale 8:30  11:10  12:25 
Codesino via Alta  - - -
Codesino fermata s.a.l. 8:31 11:12 12:35
Indovero cond. 8:34 11:14 12:40
Indovero piazza 8:35 11:17 12:41
Narro cond. 8:38 11:19 12:44
Narro piazza 8:39 11:20 12:45

 

Ritorno  Fer 6 Fer 6 Fer 6
Narro piazza 8:40 11:20  12:45
Narro cond. 8:41 11:21 12:46
Indovero piazza 8:44 11:23 12:50
Indovero cond. 8:45 11:24 12:51
Codesino via Alta - - -
Codesino fermata s.a.l. 8:48 11:27 12:53
Casargo piazza comunale 8:50 11:30 12:55
Somadino fermata s.a.l. 8:55 - -

 

pdf Avviso modifica orari (126 KB)

pdf Avviso tariffe in vigore dal 01/06/2020 (228 KB)

 

Vai all'articolo

Occupazione di suolo pubblico gratuita per esigenze commerciali durante l'emergenza epidemiologica da covid-19

 

In risposta agli indirizzi espressi dalla Giunta comunale, nell’intento di agevolare e di fornire il massimo supporto ai commercianti in questo momento di difficoltà legato all’emergenza epidemiologica da covid-19, si pubblica il modello di richiesta di occupazione gratuita di suolo pubblico per sole esigenze commerciali. L’iniziativa viene messa in atto per raggiungere obiettivi su un duplice fronte: fornire sostegno economico e facilitare l’applicazione delle misure di sicurezza, in particolare il distanziamento fisico.


Il modulo è scaricabile in formato .pdf cliccando sul seguente link. Una volta compilato andrà trasmesso al protocollo comunale all’indirizzo PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure alle email ordinarie: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

pdf Modello Occupazione Suolo Pubblico (198 KB)

Vai all'articolo

Regole di accesso ai cimiteri comunali

E' nuovamente possibile accedere ai cimiteri, a quello di Indovero e Narro da oggi mentre a quello di Casargo da giovedì 6 maggio.

Si richiama l'attenzione ad attuare comportamenti adeguati, quali:

  • evitare nella maniera più assoluta assembramenti;
  • usare mascherine e dispositivi di protezione;
  • mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro.

Si informa che come misura di prevenzione sono stati momentaneamente rimossi anaffiatoi e scope ad uso promiscuo, pertanto invitiamo, chi ne avesse la necessità, di recarsi al camposanto con un proprio recipiente (come una bottiglia di plastica vuota) e di farne un uso strettamente personale.

L'eventuale inosservanza delle misure di sicurezza, soprattutto per quanto concerne gli assembramenti, può determinare nuovamente la chiusura dei cimiteri.
L'emergenza non è ancora terminata, comportiamoci di conseguenza.


Si ringrazia per la collaborazione

 

Vai all'articolo

Emergenza Covid19 - Fase 2

 

Il DPCM del 26 aprile 2020 e l’Ordinanza di Regione Lombardia del 30 Aprile 2020, unitamente alle ordinanze sindacali in vigore dal giorno 04 maggio 2020 nel comune di Casargo prevedono:

Accanto a quelle che sono le nuove disposizione è opportuno tenere bene a mente che le prossime due settimane saranno delicatissime e decisive per i mesi a venire, l'iniziale allentamento delle misure contenitive non deve essere letto come un "liberi tutti" o un "adesso recupero in due settimane ciò che non ho fatto in due mesi", quanto piuttosto come l'inizio di un cammino graduale che deve vedere la partecipazione responsabile e coscienziosa da parte di tutti, nessuno escluso.

Pertanto cerchiamo di limitare almeno inizialmente le uscite, osserviamo scrupolosamente le regole di utilizzo delle mascherine, distanziamento interpersonale ed igiene, come ad esempio il frequente lavaggio delle mani. Un occhio particolare di riguardo ai soggetti potenzialmente più a rischio come gli anziani, a tal proposito ricordiamo che continua il servizio di spesa e farmaci a domicilio.

Gli spostamenti rimangono limitati ad esigenze lavorative, di salute, di situazioni di necessità, per ritornare al proprio domicilio/residenza e per recarsi in visita ai congiunti.

Possibilità di fare visita ai propri congiunti, con obbligo di mascherina, distanza di almeno un 1 metro e senza possibilità di permanenza prolungata, pranzi, cene e assembramenti.

Riaprono manifatture, commercio all'ingrosso e cantieri.

NON è ammesso lo spostamento entro la regione per soggiornare presso le seconde case o altri domicili. Le ultime specifiche regionali ammettono lo spostamento solo se giustificato da comprovate esigenze di manutenzione, la misura va quindi letta in maniera limitativa: no a soggiorni anche solo diurni o momenti di aggregazione presso le secondo case

I sentieri sono aperti mentre le strade VASP rimangono chiuse al transito veicolare, ad eccezione per gli spostamenti motivati da attività lavorative e silvicoltura autorizzata.

Sono consentite le attività motorie in forma individuale e con distanziamento di almeno due metri, partendo da casa senza spostamenti in auto.

Vietate attività ludiche e manifestazioni; rimane chiusa la biblioteca di Indovero.

Gli Uffici Comunali sono chiusi al pubblico.Per servizi essenziali e urgenze chiamare il numero: 0341840123.

Il servizio di trasporto pubblico resta sospeso sino a lunedì 18 maggio.

Ristoranti, pizzerie, bar pasticcerie, possono effettuare consegne a domicilio e servizio d’asporto. Non è consentito mangiare all'esterno dei locali e negli spazi pubblici.

Restano ancora chiuse le attività di cura della persona (parrucchieri, barbieri ed estetisti).

Restano vietate feste pubbliche e private e cerimonie religiose.

Il cimitero di Indovero-Narro riapre martedì mentre quello di Casargo Giovedì.

Sono consentiti i funerali alla presenza di non più di 15 persone ma sempre con distanziamento.

APERTURA:
Mercato del Lunedì solo per generi alimentari
Studi professionali
Cartolerie

 

Vai all'articolo

D.p.c.m. 26 aprile 2020

 

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il 26 aprile 2020 ha annunciato in conferenza stampa le misure per il contenimento dell'emergenza Covid-19 nella cosiddetta "fase due".

Le disposizioni saranno efficaci dal 4 maggio 2020 al 17 maggio 2020 tranne le disposizioni previste dall'articolo 2, commi 7, 9 e 11, che si applicano dal 27 aprile 2020 cumulativamente alle disposizioni del decreto 10 aprile 2020.

Si riportano in maniera schematica i principali cambiamenti introdotti:

Spostamenti

Saranno consentiti «solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute» ma si «considerano necessari gli spostamenti per incontrare congiunti purché venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento e vengano utilizzate le mascherine». E dunque ci si potrà muovere all’interno della propria Regione di residenza ma soltanto per questi motivi. Per andare in un’altra Regione bisognerà invece avere «comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute».

 

Visite ai parenti

La novità è la possibilità di spostarsi per visite «mirate» ai congiunti, ma il divieto di assembramento rimane e gli incontri devono avvenire sempre «nel rispetto delle distanze e con le mascherine».

 

Autocertificazione

Resta l’obbligo di autocertificazione

 

Dispositivi di protezione

Nei luoghi chiusi la mascherina diventa obbligatoria. E quindi dentro i negozi, negli uffici, nelle fabbriche, sugli autobus, sulla metropolitana, nei treni e a bordo degli aerei.

Si è deciso di emanare una circolare per fissa il prezzo massimo delle mascherine chirurgiche, così da evitare abusi e speculazioni di mercato.

 

Parchi

Parchi, ville e giardini pubblici riapriranno su tutto il territorio nazionale, ma sono chiusi gli ingressi alle attrezzature riservate ai bambini e i Sindaci potranno attuare restrizioni, sempre seguendo la curva dei contagi.

 

Sport all’aperto

Non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’esterno, mentre sarà possibile praticare attività sportiva o motoria in modo individuale o con accompagnatore per i minori o per le persone non autosufficienti, rispettando la distanza di sicurezza di almeno 2 metri per l’attività sportiva e di 1 metro per tutte le altre attività.

 

Messe e funerali

Sono sospese le cerimonie civili e religiose ma si potranno soltanto celebrare i funerali, purché alla funzione non prendano parte più di quindici persone con mascherine e rimanendo a distanza. Le persone ammesse alla funzioni dovranno essere soltanto i familiari più stretti.

 

Cibo da asporto

Bar e ristoranti rimangono chiusi ma sarà possibile acquistare cibo da asporto «da consumare a casa o in ufficio» e non rimanendo davanti ai locali.

 

Per maggiori informazioni si riporta il link al sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri e il testo del decreto.

Si invita tutta la cittadinanza ad attenersi alle disposizioni contenute all’interno del Decreto

 

http://www.governo.it/it/articolo/conferenza-stampa-del-presidente-conte/14518

pdf Testo del D.P.C.M. 26/04/2020 (1.28 MB)

pdf Testo del D.P.C.M. 10/04/2020 (365 KB)

 

Vai all'articolo

Emergenza coronavirus - Comunicato

Cari cittadini,
Vi comunico che nel nostro comune è stato riscontrato un nuovo caso di positività al test da coronavirus, a seguito del quale sono stati attivati tutti i protocolli necessari riguardanti il sistema di prevenzione e controllo sanitario.

Tale procedura ha coinvolto fin da subito i familiari e i contatti stretti, istruiti ad hoc dal personale sanitario per prevenire il contagio. Insieme agli enti preposti è quindi stata attivata l’analisi epidemiologica ed è stato già previsto l’isolamento per i contatti a rischio. Le autorità sanitarie e il Comune sono in contatto per garantire sicurezza, informazione ed assistenza.

Ricordo che il virus si diffonde principalmente attraverso il contatto stretto con una persona malata (tossendo e starnutendo, contatti diretti personali, toccando con le mani contaminate bocca, naso o occhi.

L’Amministrazione è in contatto continuo con ATS e forze dell’ordine per il monitoraggio del caso. Non essendoci ad oggi motivi di allarme, invito tutta la popolazione a seguire le indicazioni di prevenzione che sono state diffuse, evitando di veicolare messaggi non veritieri.


Ribadisco, quindi, le più importanti regole e consigli da seguire:
• Restate a casa: si può uscire solo per comprovate esigenze lavorative, per motivi di salute e per esigenze indifferibili (fare la spesa o acquistare medicinali).
• Quando uscite di casa, se le avete, indossate le mascherine. Questo per una maggiore tutela vostra e di chi vi sta intorno.
• Lavatevi spesso le mani.
• Sanificate le superfici.
• Abbiate cura e premura della salute dei più anziani: non lasciate che escano di casa, insistete. Oltre alla sanzione, il problema è che possono contrarre il virus e sappiamo tutti che i nostri nonni sono la categoria più a rischio.
• Se avete sintomi influenzali o febbre a 37,5°C o superiore, isolatevi e sentite il vostro medico curante.

Casargo, 31 marzo 2020


IL SINDACO
Pasquini Antonio Leonardo

pdf Avviso secondo caso positivo (473 KB)

 

Vai all'articolo

Emergenza Coronavirus - Comunicato

Cari cittadini,

Vi comunico che nel nostro comune è stato riscontrato un caso di positività al test da coronavirus, a seguito del quale sono stati attivati tutti i protocolli necessari riguardanti il sistema di prevenzione e controllo sanitario.

Tale procedura ha coinvolto fin da subito i familiari e i contatti stretti, istruiti ad hoc dal personale sanitario per prevenire il contagio. Insieme agli enti preposti è quindi stata attivata l’analisi epidemiologica ed è stato già previsto l’isolamento per i contatti a rischio. Le autorità sanitarie e il Comune sono in contatto per garantire sicurezza, informazione ed assistenza.

Ricordo che il virus si diffonde principalmente attraverso il contatto stretto con una persona malata (tossendo e starnutendo, contatti diretti personali, toccando con le mani contaminate bocca, naso o occhi.

La situazione quindi appare sotto controllo; l’Amministrazione è in contatto continuo con ATS e forze dell’ordine per il monitoraggio del caso. Non essendoci ad oggi motivi di allarme, invito tutta la popolazione a seguire le indicazioni di prevenzione che sono state diffuse, evitando di veicolare messaggi non veritieri.

Ribadisco, quindi, le più importanti regole e consigli da seguire:

• Restate a casa: si può uscire solo per comprovate esigenze lavorative, per motivi di salute e per esigenze indifferibili (fare la spesa o acquistare medicinali).
• Quando uscite di casa, se le avete, indossate le mascherine. Questo per una maggiore tutela vostra e di chi vi sta intorno.
• Lavatevi spesso le mani.
• Sanificate le superfici.
• Abbiate cura e premura della salute dei più anziani: non lasciate che escano di casa, insistete. Oltre alla sanzione, il problema è che possono contrarre il virus e sappiamo tutti che i nostri nonni sono la categoria più a rischio.
• Se avete sintomi influenzali o febbre a 37,5°C o superiore, isolatevi e sentite il vostro medico curante.

Casargo, 27 marzo 2020


IL SINDACO
Pasquini Antonio Leonardo

 

pdf Avviso primo caso positivo (154 KB)

Vai all'articolo

Coronavirus - Accordo quadro Regione-Parti sociali per accesso ad ammortizzatori in deroga

Il 23 marzo, Regione Lombardia e Parti Sociali hanno sottoscritto l'Accordo Quadro sui criteri di accesso agli ammortizzatori sociali in deroga.


UNA PLATEA DI CIRCA 400.000 LAVORATORI - La cassa integrazione in deroga è destinata a tutti i datori di lavoro del settore privato che non hanno altre tutele e che quindi non possono accedere ad altri ammortizzatori sociali.
Dai dati Inps, la platea sarà di circa 400.000 lavoratori.

DECRETO DIRIGENZIALE - Oggi è stato approvato il decreto dirigenziale che disciplina le regole procedurali e il modello di Accordo sindacale standard, che è richiesto per le imprese con più di 5 dipendenti.
Il decreto verrà messo a disposizione stasera sul portale regionale (sarà pubblicato lunedì 30 marzo sul BURL).

PROFILAZIONE IMPRESE SUL PORTALE GEFO - Le imprese sono invitate a profilarsi sul portale GEFO sistema informativo (Gefo.servizirl.it/dgformazione), inserendo anche le unità produttive per le quali si chiederà la cassa integrazione.
L'operazione potrà essere fatta dal legale rappresentante o dal professionista incaricato.
Sempre sullo stesso sito è presente il manuale online nel quale troverete tutte le risposte necessarie alle compilazioni.

ASSISTENZA TELEFONICA E VIA MAIL - In caso di difficoltà tecniche informatiche ci si può rivolgere al call center
800.131.151 oppure scrivere a
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..


CASELLA DI POSTA PER PROBLEMI INTERPRETATIVI - Per i problemi di merito interpretativi delle norme dell'Accordo, da lunedì sarà attiva la casella di posta elettronica:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


DOMANDE E APPLICATIVI REGIONALE - Nei primi giorni della prossima settimana le aziende potranno cominciare a presentare formalmente le domande di cassa integrazione.
Info sul sito istituzionale www.regione.lombardia.it e sull'applicativo regionale 'Finanziamenti on line'.

Vai all'articolo

Riattivazione servizio prelievi c/o presidio di Casargo

SI AVVISA LA GENTILE UTENZA CHE, A PARTIRE DAL 15 LUGLIO 2020, VERRA’ RIPRISTINATA L’ATTIVITA’ DI ESECUZIONE DEI PRELIEVI EMATICI PRESSO LA SEDE DI CASARGO.

L’INFERMIERA SARA’ PRESENTE, IN BASE ALLE PRENOTAZIONI EFFETTIVE DEGLI ESAMI, OGNI MERCOLEDI’ MATTINA, NELLA FASCIA ORARIA DALLE 8.00 ALLE ORE 9.30.

SOLO PER GLI ESAMI DA EFFETTUARE MERCOLEDI 15 LUGLIO I CITTADINI DOVRANNO PRENOTARE PRESSO IL COMUNE AL NUMERO 0341 840123 (orari ufficio)

 

 

pdf Avviso prelievi Casargo (410 KB)

Vai all'articolo

Servizio di autolinea comunale - Tariffe in vigore dal 01/06/2020

 

Tipologia del percorso  Tariffa

Corsa semplice

(Casargo-Narro-Indovero-Codesino-Somadino-Piazzo)

€ 1,00 

Corsa semplice A/R

(Casargo-Narro-Indovero-Codesino-Somadino-Piazzo)

€ 2,00

Corsa semplice

(Casargo-Paglio)

€ 2,50 

Corsa semplice A/R

(Casargo-Paglio)

€ 5,00 

Corsa semplice

(Casargo-Narro-Giumello)

€ 2,50 

Corsa semplice A/R

(Casargo-Narro-Giumello)

€ 5,00 
Tessera mensile di abbonamento per studenti non frequentanti la scuola dell'obbligo € 10,00 

Tessera mensile di abbonamento per adulti

(Casargo-Narro-Indovero-Codesino-Somadino-Piazzo)

€ 24,00

 

pdf Avviso tariffe (228 KB)

 

Vai all'articolo

Appello per bombole d'ossigeno

Appello urgente: riportate in farmacia le bombole di ossigeno non più in uso o esaurite perché c'è una grande carenza di bombole di ossigeno. Senza i vuoti non è possibile ricaricarne di nuove e quindi distribuirle a chi ne ha bisogno.

 APPELLO URGENTEbombole ossigeno

Vai all'articolo

Attivazione sorveglianza

 

In merito alla situazione legata all’emergenza epidemiologica da coronavirus si informa che sono stati disposti dalle autorità sanitarie preposte provvedimenti di sorveglianza attiva nei confronti di due nuclei famigliari residenti nel Comune.

Si invita l’intera popolazione alla più scrupolosa osservanza dei divieti e delle prescrizioni imposte dalle autorità sanitarie e di governo. Per una più esaustiva informazione, fare riferimento alla seguente pagina web:
https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioRedazionale/servizi-e-informazioni/cittadini/salute-e-prevenzione/prevenzione-e-benessere/coronavirus-decalogo-ministero

 

 

Vai all'articolo

Limitazione dei contatti sociali

 

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE INVITA LA CITTADINANZA A RIDURRE DRASTICAMENTE TUTTI I CONTATTI SOCIALI.

PER ESSERE CHIARI SI INVITA LA POPOLAZIONE A FARE LA SPESA UNA VOLTA ALLA SETTIMANA

Vai all'articolo

Vendita di piastrelle in cemento a seguito del completamento dei lavori di formazione di aperture a soffitto nella sala eventi comunale

AVVISO

A seguito del completamento dei lavori di formazione di aperture a soffitto nella sala eventi comunale è stata recuperata una considerevole quantità di piastrelle in cemento di dimensioni 50 x 50 cm. Tale materiale di risulta, attualmente inutilizzato, è destinato allo smaltimento in discarica. L’Amministrazione comunale, nell’intento di favorire un suo possibile riutilizzo da parte dei privati cittadini, intende pertanto metterlo in vendita al prezzo di € 2,00 a piastrella.


Le richieste, redatte in carta libera, dovranno pervenire all'ufficio protocollo del Comune di Casargo e dovranno essere corredate da copia di un documento di identità.
Il ritiro, nella località di giacenza, è a carico dell’interessato.
Per eventuali informazioni si prega di contattare l’ufficio tecnico comunale al numero 0341-840123 o scrivendo una e-mail all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vai all'articolo

Modalità tecniche di richiesta di C.I.E. valida per l'espatrio per il minore

Si informano i cittadini che con il D.M. 29 gennaio il Ministero dell’interno prevede che la richiesta di emissione della CIE valida per l’espatrio per il minore dovrà presentata dai genitori CONGIUNTAMENTE.

Vai all'articolo

Regolamento per la gestione del bonus idrico integrativo locale

 

 

L'Ufficio d'ambito di Lecco ha approvato in data 18 dicembre 2018, con deliberazione n. 131/18, il Regolamento per la gestione del bonus idrico integratico locale.

Il Bonus idrico integrativo locale integra il bonus sociale idrico 2018 istituito a livello nazionale dall'ARERA ed è finalizzato a riconoscere condizioni di miglior favore, nei Comuni ricompresi nell'ATO della Provincia di Lecco, rispetto a quelle minime previste dalla regolazione nazionale agli utenti del Servizio Idrico Integrato (SII) che versano in condizioni di disagio economico.

Per maggiori informazioni è possibile consultare i documenti allegati:

 

pdf Deliberazione bonus idrico (785 KB)

pdf Regolamento (60 KB)

Vai all'articolo

Distribuzione contenitori raccolta carta e cartone

 

Si comunica che, a seguito della raccolta differenziata della carta e del cartone, da mercoledì 28 marzo 2018 si potrà ritirare gratuitamente presso il Comune l'apposito contenitore giallo.

Lo stesso dovrà essere svuotato nei contenitori dedicati presso le piazzole ecologiche esistenti.

Il pdf Calendario (107 KB)  dettagliato della raccolta verrà consegnato al ritiro.

Vai all'articolo

Disposizioni per combustione dei residui vegetali agricoli e forestali


 

 

Disposizioni inerenti la combustione dei residui vegetali agricoli e forestali

 

Mai:

- Quando  vige  il  periodo  di  alto  rischio  di  incendio  boschivo,  emanato  da  Regione Lombardia;

- All’aperto  nei  boschi  o  a  distanza  da  questi  inferiore  a  cento  metri,  salvo  le  deroghe previste dal R.R. N. 5/2007 (vedi sotto);

- Qualora il divieto sia espressamente riportato nel regolamento comunale.

 
Possibilità:
Ai sensi del comma 10, dell’art. 45, della L.r.  31/2008, “Al di fuori dei casi in cui trovano applicazione l'articolo 10, comma 5, della legge 353/2000 e il comma 4 del presente articolo, al fine di consentire il reimpiego di materiali come sostanze concimanti e ammendanti, contenere il rischio d'incendio e la diffusione delle specie infestanti, la combustione in loco  dei  residui  vegetali  agricoli  e  forestali  è consentita  in  cumuli  di  quantità non superiore  a  tre  metri steri  per  ettaro al  giorno in  tutti  i  periodi dell'anno,  nei  territori la  cui  quota  altimetrica  risulti  uguale  o  superiore  a  trecento metri  e  a  duecento  metri sul livello del mare per i territori dei comuni appartenenti alle comunità montane

- L’accensione di fuochi nei boschi è  consentita esclusivamente  (deroghe  previste  dal  R.R.  N. 5/2007):

- Per reimpiegare le ceneri derivanti da ripulitura delle masse vegetali residue di attività selvicolturali, come concimanti o ammendanti;

- Negli spazi esistenti in apposite aree attrezzate da parte dei soggetti che, per motivi di lavoro o turismo, stazionano in bosco;

- Per la carbonizzazione di cui all’articolo 38 del R.R. 5/2007;

- Per contenere la diffusione delle specie infestanti.

- In ogni caso, nell’ambito di tali suddette deroghe, l'accensione di fuochi, non può avvenire in giornate ventose, i fuochi devono essere sempre e costantemente custoditi e quelli per la ripulitura delle masse vegetali devono essere spenti entro le ore 14:00 e, nei giorni con ora legale, entro le ore 16:00 

 

La combustione di residui vegetali agricoli o forestali è comunque sempre vietata nei  periodi ad alto rischio per gli incendi boschivi, dichiarati dalla Regione.

 

Norme di riferimento: L.R. 31/2008 Art 45 comma 10 R.R. 5/2007 Art 54

Vai all'articolo

Vademecum informativo contro le truffe finanziarie

A seguito della riunione del nuovo Comitato di coordinamento contro le truffe, composto dai rappresentanti della Prefettura, dell'A.B.I. e delle Forze dell'ordine, si pubblica il "Vademecum informativo per prevenire le truffe finanziarie".

pdf Vademecum truffe finanziarie (1.65 MB)

Vai all'articolo